Associazione Amici della Baia di Nervi

Riqualificazione del porticciolo di Nervi

Baia di Nervi e porticciolo

Progetto

Il progetto di riqualificazione del porticciolo della baia di Nervi propone un intervento che segue criteri di sostenibilità e salvaguardia del patrimonio storico-paesaggistico esistente, che rappresenta, infatti, un’importante risorsa della collettività che va preservata e valorizzata in maniera che gli interventi eseguiti non si trasformino nel tempo in un costo negativo in termini di danno al paesaggio, o possano precludere sviluppi e trasformazioni future dettati da mutate esigenze socio-economiche e culturali.

Il progetto, pur assumendo realisticamente i limiti come ricevuti dall’intera vicenda storica, si propone di invertire il processo di progressiva riduzione per tombamento dello specchio acqueo e di recuperare il mare ad un rapporto pieno e facilitato con gli spazi a terra, con l’obiettivo di favorire le funzioni nautiche già presenti nel sito.

Non un progetto del costruito ma un “progetto di suolo”, intendendo con ciò una progettazione come “esperienza dello spazio aperto”, la quale non solo non implichi ulteriori volumi ma – agendo per sottrazione – rimuova il costruito incongruo (impianto natatorio) al fine di rendere ogni area della baia interconnessa alle altre e facilmente agibile; dove, cioè, si possa “trascorrere” liberamente da spazio a spazio, da angolo ad angolo, in una baia recuperata alla sua unitarietà.

Questo recupero avverrà con la semplice rimodulazione di superfici, giaciture, piani, quote raccordando i diversi sedimi sino alla quota zero del mare.

Gli obiettivi


Premesso che in questa sede si intende programmaticamente circoscrivere il tema progettuale alla parte interna della baia di Nervi, il progetto si concentra sugli aspetti qui illustrati.

  • Ampliamento dello specchio d’acqua, mediante il recupero dell’area attualmente occupata dalla piscina;
  • Recupero e stabilizzazione della spiaggia nella sua ampiezza pregressa;
  • Mantenimento dell’attuale terrapieno-banchina a rimessaggio per le barche e semplice riordino degli stalli e ripolarizzazione delle corsie;
  • Riqualificazione delle percorrenze e creazione in fregio ad esse di un sistema di piazzuole-spalti per la sosta dei cittadini.

Disegni tecnici


Disegni Tecnici Riqualificazione Porticciolo Nervi Modulo 01
Disegni Tecnici Riqualificazione Porticciolo Nervi Modulo 02

Soluzioni

Le aree e gli elementi del progetto


Planimetria Riqualificazione Porticciolo Nervi

Area Ovest


Il progetto di riqualificazione del porticciolo della baia di Nervi, prevedendo la rimozione dell’impianto natatorio, si propone il recupero di un’ampia e agevole discesa verso la battigia, oggi ostacolata dalla presenza del blocco-piscina.

Per quanto riguarda il terrapieno per le barche il progetto considera quest’area come una sorta di “spiaggia pensile”, che ha il suo sbocco in una piccola darsena resa naturalmente accessibile attraverso uno scalo a pendenza ridotta.

Questa lettura induce a confermarne la destinazione a rimessaggio per barche, elemento la cui presenza ha caratterizzato storicamente il paesaggio della baia e della spiaggia.

Assunto dunque questo elemento come invariante, il progetto introduce una lievissima pendenza del sedime a partire dal contorno nord dell’area-barche ( punto 4 in plan.) verso lo scalo (punto 3 in plan.) e quindi verso la battigia.

Questo lieve accorgimento permette di connettersi allo scalo di alaggio ad una quota seppur di poco inferiore a quella attuale e, nel contempo, a guadagnare uno specchio maggiore di acqua.

Si ottiene così un invitante effetto di piano inclinato verso il mare che richiama la giacitura dei sedimi naturali di una spiaggia o di un campo ( v. piazzetta di Portofino o Piazza del Campo di Siena).

Quest’area-conchiglia per le barche risulterà infatti definita e contornata sui tre lati (nord, ovest ed est) da una fascia che possiamo considerare all’incirca in quota, deputata al passeggio sul modello di quanto avviene in numerosi borghi marinari liguri, come per esempio Boccadasse ed altri.

Nel tratto, invece, prospiciente il Bar Dodo, per la presenza di un dislivello accentuato in rapporto ad un minore sviluppo a disposizione, sono previsti dei salti di quota che in sede di progettazione definitiva potranno assumere profili più naturalistici.

Questi salti di quota, oltre a permettere di avvicinarsi all'acqua, fungeranno da spazi per "solarium", per la sosta spontanea, per l'aggregazione sociale, per la contemplazione di un vivace paesaggio.

Infine, non è estranea a questo progetto la previsione di dedicare, in occasioni estive, questo angolo della baia di Nervi ad un piccolo teatro del mare, di cui tali piani gradonati fungerebbero da sedute.

Il prospetto sud di questa "baia nella baia", corrispondente alla murata sottoflutto del molo, richiede una particolare attenzione architettonica, in quanto reso sgombro dalle gradinate e dunque visibile in tutt'altezza.

Esso verrà dunque attrezzato con una serie di magazzini in legno, addossati al molo e in uso ai pescatori, installati sotto il tratto in piano della passerella prevista per raggiungere l'imbarcadero in testata alla diga.

Per quanto riguarda le percorrenze è previsto l'allargamento del tratto che corre lungo la parte est del piazzale delle barche allo scopo di favorire il passeggio e la seduta nel tratto più panoramico del porticciolo e come ideale conclusione della passeggiata a mare.

In fregio agli altri tratti (quello a ovest, antistante il Bar Dodo; quello a nord antistante la nuova gelateria e la pizzeria Halloween) si aprono una serie di piazzuole o terrazzette ombreggiate da tamerici o pitosfori: queste piccole aree di risulta rimandano ai caratteri e alla cultura della costa ligure, e in generale si rifanno ad ambienti mediterranei quali quelli degli spalti, dei miradores (dialetto: ammiatoi ), di tutte quelle postazioni deputate alla sosta, alla conversazione ed all'osservazione per marinai e pescatori.

Schizzi Riqualificazione Porticciolo Nervi Spiaggia 01
Schizzi Riqualificazione Porticciolo Nervi Spiaggia 02
Schizzi Riqualificazione Porticciolo Nervi Spiaggia 03

Spiaggia


Altro elemento che la proposta considera fondamentale è il pieno recupero della spiaggia antistante Via Caboto.

Questa tipica "pocket-beach" formatasi alla foce del torrente Nervi (la quale ha dato il nome al sito tramite l'antico toponimo dialettale "a ciazza"), ha costituito nei secoli un'area di mediazione preziosa tra spazi a terra e specchio acqueo, assolvendo ad un ventaglio di funzioni tra cui:

Protezione dell'antico percorso e dell'abitato che vi si affaccia;

  • Azione dissipativa dell'energia idrodinamica e conseguente mitigazione della turbolenza interna alla baia;
  • Area per il temporaneo ricovero e rimessaggio per i natanti;
  • Spazio per attività ricreative e ludiche da spiaggia (in borghi marinari come questo, spesso è la spiaggia ad assolvere le funzioni antropiche che in altri contesti sono proprie della piazza).

La proposta ne prevede il pieno recupero operando su entrambi i piani e precisamente ripristinandone l'ampiezza pregressa (profondità) e innalzando il profilo del suo andamento sino a sfiorare la quota stradale.

Il ripascimento della spiaggia mitigherebbe l'impatto, oggi eccessivo, delle pareti che la racchiudono da tre lati, rimaste scoperte in tutta la loro elevazione a causa di fenomeni erosivi.

L'assetto così raggiunto potrà essere stabilizzato mediante tecnologie innovative che prevedono elementi di difesa idraulica subacquea, efficaci per il contenimento sottoflutto dei sedimenti.

La spiaggia verrà infine dotata, nel tratto più elevato, di palco in doghe lignee steso su di essa, il quale costituirà così un comodo piano di calpestio per chi frequenta l'arenile, così come un'ideale prosecuzione della passeggiata e di quella eventuale "promenade" che pare prevista sull'argine destro del torrente sino al ponte romano.

Anche in questo caso l'indicazione ci proviene dalla storia: la relazione osmotica che si è sempre intrecciata tra spiaggia e percorso attiguo, ha fatto sì che la percorrenza, in certe condizioni, si sdoppiasse tracimando, per così dire, sulla spiaggia e trasformando questa in una sorta di area di espansione per gli esigui spazi a terra.

Riqualificazione della "strada romana"


L'antico borgo di Nervi si attesta lungo la cosiddetta "strada romana" che, lasciata Genova, ha in questo sito il suo tratto più prossimo alla riva del mare.

Tralasciando qui la questione circa l'effettiva ascendenza romana di detto tracciato (peraltro assai dubbia), a noi qui interessa rilevare che questo percorso, riconnettendo gli orizzonti limitati del borgo medievale sorto attorno ad esso, lo rendeva parte di un itinerario ben più vasto che dalla Francia, lungo l'intero arco ligure, conduceva i pellegrini romei alla Città Eterna.

Questo luogo, perciò, ha i suoi monumenti non solo nel Castello o nella Chiesa di San Francesco (oggi del Collegio Emiliani), o ancora nel Ponte Romano o nelle antiche ville circostanti, ma proprio in questo tratto di strada, brano di un monumento territoriale, cui continuamente rimanda.

Una volta di più questo sito si conferma come un luogo di transiti, di scambi, di trasbordi di merci e di uomini, dove si poteva proseguire via terra oltre il ponte romano o cambiare mezzo di trasporto e imbarcarsi superando via mare le irte scogliere del levante.

Riguardo a questo patrimonio il progetto recepisce integralmente le indicazioni dello S.O.I. (Studio organico d'insieme) cui dunque si rimanda.

In estrema sintesi si tratta della riqualificazione del tratto dell'antica strada romana, delle vie ad essa collegate e dunque dell'antico borgo; [essa consiste in: ripavimentazione (mediante recupero dei tratti di acciottolato (risseu) e mattonata centrale ed altri in basoli di arenaria); introduzione di una segnaletica dedicata all'antico percorso che ne illustri tracciato e memorie; piano del colore per facciate ed infissi; progetto di illuminazione urbana suggestiva (che adotti un sistema discreto, cioè per punti-luce, piuttosto che un'unica sorgente centrale causa di inquinamento luminoso)].

Applicazione segnaletica


Applicazione Segnali Riqualificazione Porticciolo Nervi Borgo Antico 02
Applicazione Segnali Riqualificazione Porticciolo Nervi Borgo Antico 03
Applicazione Segnali Riqualificazione Porticciolo Nervi Borgo Antico 04
Applicazione Segnali Riqualificazione Porticciolo Nervi Borgo Antico 05

Rinnovo urbano


Passeggiata "Strada Romana"

Riqualificazione Porticciolo Nervi Borgo Antico 02
Riqualificazione Porticciolo Nervi Borgo Antico 01
Riqualificazione Porticciolo Nervi Borgo Antico 03
Riqualificazione Porticciolo Nervi Borgo Antico 04

Lo specchio acqueo


Quest'area di mare va considerata come l'elemento di polarizzazione dell'intero sistema: tutti i vari aspetti ed attività vi gravitano e ne traggono la loro ragione di essere.

Si tratta dell’attività di circa ottocento canoisti raggruppati in cinque associazioni, circa seicento soci della cd.a "Dilettanti pesca", alcuni pescatori professionisti, un'associazione di sport subacquei, una per il "salvamento", e non ultimo di privati cittadini.

Questo uso collettivo e promiscuo rappresenta la ricchezza sociale di questo sito e lo caratterizza rispetto ad altri rinomati approdi, che hanno un'utenza meno diversificata.

Va dunque ristabilita la massima fruibilità della baia attraverso il recupero della più ampia superficie di specchio d'acqua, il che, come abbiamo visto, è quanto si ottiene anche in virtù della rimozione della piscina. Ciò consente di avere a disposizione, in luogo di essa, una darsena accessibile tramite un ampio scalo opportunamente attrezzato.

Il resto dello specchio d'acqua sarà dotato di un sistema di pontili galleggianti assicurati a moli e banchine che contornano questa "piazza d'acqua".

Essa sarà così libera al centro, in modo da permettere il pieno dispiegarsi delle varie attività nautiche: barche da pesca e da diporto, canoe e kaiak,, optimist, vele latine e barche d'epoca.

Render Riqualificazione Porticciolo Nervi Specchio Acqueo 01
Render Riqualificazione Porticciolo Nervi Specchio Acqueo 02

Progettista

Ass.ne Amici Baia di Nervi

Scopri 

Genova 2050

Scopri il progetto e come preparare il materiale da inviare al portale.

Nodi di Genova

Vuoti urbani che costituiscono i temi irrisolti della città.